Proposte

 

 

Tour ornitologici

Balie dal collare, monachelle, sterpazzole di Sardegna, capovaccai, cicogne nere, picchi rossi mezzani, bianconi, grillai, nibbi bruni e nibbi reali, averle, calandre, calandrelle, zigoli capineri, occhioni, ghiandaie marine, fratini, cavalieri d’Italia e tanti altri uccelli vi aspettano in un territorio ancora integro e ricchissimo di ambienti naturali, tra suggestivi boschi, zone umide, profonde gravine, campagne, calanchi e antichi centri storici  (durata: 3-4 giorni con pernottamento).

Gravina e Murgia di Matera

Tra aspri e profondi valloni calcarei si nascondono veri e propri tesori naturalistici, uccelli rarissimi e bellissime orchidee. Splendida occasione per visitare anche i tanti insediamenti rupestri che costellano questo angolo straordinario e selvaggio di Basilicata nei pressi di Matera (durata: 2 giorni con pernottamento oppure visita di un giorno senza pernottamento).

La costa ionica

La costa ionica lucana offre bellissime opportunità di tranquille passeggiate nella riserva del Bosco Pantano di Policoro alla foce del Sinni e in quella di Marinella-Stornara alla foce del Bradano. Tra boschi allagati e pinete litoranee ci sarà la possibilità di ammirare l’avifauna stanziale e migratrice tipica di questi luoghi e l’ambiente ancora intatto delle affascinanti spiagge lucane (durata: 2 giorni con pernottamento oppure visita di un solo giorno senza pernottamento).

Le abetine della Basilicata

Viaggio nelle magiche atmosfere delle foreste di abete bianco della Basilicata. Dal Vulture al Pollino, questi boschi ospitano una flora e una fauna del tutto particolare e ricca di endemismi: mammiferi come lo scoiattolo meridionale, la salamandrina dagli occhiali e la salamandra pezzata tra gli anfibi, il picchio nero tra gli uccelli, splendide orchidee tipiche di questi ambienti e il bellissimo Acero di Lobel (durata: 2 giorni con pernottamento o visita di un solo giorno senza pernottamento).

Foresta di Gallipoli-Cognato e Dolomiti Lucane

Un mare di verde al centro dell’Appennino Lucano, estesi boschi di querce, paesini, borghi rurali, siti archeologici, picchi rocciosi, sentieri e una flora e una fauna splendida in un paesaggio ancora intatto. La foresta demaniale di Gallipoli-Cognato e le vicine Dolomiti Lucane, assieme al Bosco di Montepiano e alla Montagna del Caperrino consentono di percorrere itinerari di trekking alla portata di tutti e rivolti in particolare all’escursionista attento ai valori naturalistici e culturali del territorio  (durata: 2 giorni con pernottamento o visita di un solo giorno senza pernottamento).

I pini loricati del Pollino

Le emozioni che riescono a regalare i pini loricati del Pollino sono uniche e straordinarie. Piante vecchie di secoli, possenti e contorte, sospinte verso l’alto da estese foreste di faggi e abeti bianchi che si attraversano per raggiungere le cime dove vegetano queste conifere. Le vette di Serra di Crispo e di Serra delle Ciavole sono il cuore del parco nazionale del Pollino, un autentico monumento della natura appenninica (durata: 2 giorni con pernottamento o visita di un solo giorno senza pernottamento).

I boschi dell’Appennino Lucano

Nel parco nazionale omonimo sono presenti le foreste più belle e meglio conservate della Basilicata: vaste faggete, cerrete d’alto fusto e boschi di abete bianco si estendono sulle montagne della Val d’Agri, del Melandro, della Val Camastra e dell’alta Valle del Basento mentre estesi pascoli tappezzano le cime più alte. Lupi, picchi e lontre sono i protagonisti di questo angolo di Natura tra i più belli del Sud Italia (durata: 2 giorni con pernottamento o visita di un solo giorno senza pernottamento).

I riti arborei

La Basilicata è famosa per alcune feste legate al cosiddetto “matrimonio degli alberi”, riti propiziatori che vedono come protagonisti due alberi innestati l’uno nell’altro e che simboleggiano la forza dell’uomo sulla foresta e la natura che si risveglia dal lungo sonno invernale. Il programma prevede la partecipazione alle feste, ma anche itinerari a piedi che ci condurranno nei più importanti luoghi da cui si prelevano e trasportano gli alberi (una latifoglia e un sempreverde) per entrare nel vivo di queste antiche celebrazioni pagane (durata: visita di 1 giorno o 2 giorni con pernottamento)

Trekking dei calanchi

Gli affascinanti calanchi della Basilicata sono posti senza tempo in cui le atmosfere dei paesaggi lunari si uniscono ad una natura sorprendente ricca. Tra profonde gole e colline argillose si aprono masserie e campi di grano, uliveti e rimboschimenti dove vivono uccelli e animali molto rari come lo zigolo capinero e la monachella, grandi rapaci come il biancone, le colorate ghiandaie marine e una flora che si è adattata al clima arido e severo di questa zona della Basilicata che guarda verso lo Ionio. Tra paesi arroccati su esili pareti di argilla, percorreremo assieme i sentieri che ci condurranno in questo mondo magico (durata: 1 giorno o due giorni con pernottamento).

Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

 

Questo post è disponibile anche in: Inglese